Mondo low cost

Lorenzo Lotto e le Marche: un antico legame celebrato da una bellissima mostra

Grazie a Marche Tourism, io e altri Ambassador dei photowalk abbiamo avuto la possibilità di visitare, con la guida di Marta Paraventi, la mostra “Lorenzo Lotto – Il richiamo delle Marche”, allestita a Palazzo Buonaccorsi di Macerata e aperta fino al 10 febbraio 2019. Visitare questa esposizione vuol dire entrare in un profondo contatto con la vita e le opere di questo grande artista rinascimentale.

Già dall’ingresso, Enrico Maria Dal Pozzolo (curatore della mostra) accompagna il visitatore in questo viaggio nell’Italia di Lotto: infatti, quest’ultimo è nato a Venezia nel 1480 e inizia a lavorare nella sua regione.

Il 20 giugno del 1506, a 26 anni, firma il suo primo contratto di lavoro nelle Marche.

In questa regione lavora in molte città e, tra il 1506 e 1508, lavora a Recanati per il Polittico di San Domenico. In seguito, si sposta a Roma dove lavora con Raffaello per affrescare le stanze degli appartamenti di Giulio II (oggi fanno parte dei Musei Vaticani). Nel 1510 Lorenzo Lotto torna a Recanati e si può vedere un cambiamento nel suo stile: in questo periodo realizza l’opera “San Vincenzo Ferrer” che mostra l’influenza di Raffaello su di lui. Tra il 1510 e 1512 vive stabilmente nelle Marche, anche se va spesso a Roma.

Proseguendo la visita nella terza sala, dedicata al periodo che va dal 1513 al 1533, si avverte sempre il profondo legame con le terre marchigiane, anche se in questo periodo vive soprattutto tra Bergamo e Venezia: infatti realizza l’opera “Santa Lucia davanti al Giudice”. In seguito, fino al 1538, realizza molte opere per committenti marchigiani: le opere di questo periodo sono custodite a Recanati, Cingoli, Ancona e Monte San Giusto. Dal 1539 al 1549 lavora in Veneto; in seguito ritorna nelle Marche e si trasferisce a Loreto, dove realizza molte opere del Palazzo Apostolico. Muore nel 1557 circa.

Complessivamente, la mostra allestita a Macerata ospita oltre 25 opere realizzate da Lorenzo Lotto. È inoltre possibile ammirare la “Madonna col Bambino” di Andrea Mantegna, gli scritti di Giorgio Vasari che riguardano Lorenzo Lotto, lettere dell’epoca e opere di artisti come Albrecht Dürer. Io non vedo l’ora di proseguire questo viaggio e visitare gli altri luoghi marchigiani di Lotto! Infatti, la mostra s’inserisce in un percorso più ampio che riguarda Ancona, Cingoli, Jesi, Loreto, Mogliano, Monte San Giusto, Recanati e Urbino.

Summary
Article Name
Lorenzo Lotto e le Marche: un antico legame celebrato da una bellissima mostra
Description
Fino al 10 febbraio 2019 sarà possibile visitare la mostra "Lorenzo Lotto - Il richiamo delle Marche" allestita a Palazzo Buonaccorsi di Macerata.
Author
Publisher Name
Mondo low cost

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: